Se niente importa, non c'è più niente da salvare

sabato 29 dicembre 2007

I VANTAGGI DELL'ESSERE AMMALATI A NATALE


Quest'anno va di moda non fare buoni propositi. A me piace lo stesso farli..quindi me ne frego e pongo il mio primo buon proposito per il 2008:

ESSERE PIU' OTTIMISTA

Detto questo, trovandomi a casa malata con un super mega raffreddore, tosse, febbre ho deciso di prenderla bene per allenarmi al nuovo anno e ne ho tratto un elenco dei numerosi vantaggi dell'essere malati sotto le feste:

1) NON SI HANNO SENSI DI COLPA

Non solo non stai mangiando tutti i giorni dolci torroni salami e panettoni ma quelli che hai mangiato li hai già ..vomi..ehm ..eliminati!

2) SI PUO' ESSERE SCORBUTICI

Fighissimo! Non solo non sei tenuto a parlare con voce flautata a tutti in nome dello spirito natalizio ma per la tua magica voce da trans non sei neanche tenuta a rispondere al telefono!

3) PUOI TRANQUILLAMENTE STARE A DIETA

Senza sacrifici! Non hai fame di niente!

4)PUOI DORMIRE A OLTRANZA

Cosa non trascurabile, anche stare in pigiama e se non dormi tutto il tempo puoi comunque leggere nel letto!

5) LA MAMMA TI VIZIA

La mia, che non mi vizia mai, mi ha addirittura comprato delle riviste!


Insomma ce l'ho fatta! Ottimismo! Ottimismo!

lunedì 17 dicembre 2007

Buon Natale..

Auguri di cuore lucido e opaco a tutti quelli che mi hanno fatto compagnia in questo 2007, sia sul blog sia nella quotidianità respirata dal vivo. Grazie a tutti, per la pazienza e la sopportazione di tutte le mie sfighe e lagne..
Auguri ai vecchi colleghi che se ne vanno in cerca di una vita nuova, in bocca al lupo davvero.
Auguri a Federico, che la sua fidanzata lo renda, come merita, enormemente felice.
Auguri a Stefania, di diventare più dolce e più incline al perdono :-P
Auguri a tutti gli amici da vent'anni o da due giorni, buon Natale!!!
E infine auguri anche a me, che un po' me lo merito..

domenica 16 dicembre 2007

COME FESTEGGIARE ???


Un anno di blog.. come si fa in questi casi? Come si festeggia? Sono all'opera per pensarci..nel caso suggerite..

martedì 11 dicembre 2007

HAI FATTO UN CASINO!!!


Gina e Pino hanno una chiamiamola "liaison" amorosa, nel senso che Pino ha conosciuto Gina, si sono piaciuti, frequentati per poche volte poi Pino è partito per le ferie di sole 3 settimane scomparendo. Gina al suo ritorno un po' nervosa ci litiga e non si parlano più, fino a che Gina decide che insomma si può pure soprassedere a Gino che sparisce e la incolpa di essere paranoica e lo ricerca.
Pino, contento e felice di risentire Gina le fa presente che nel corso di quel periodo di un mese e mezzo in cui non si sono visti nè parlati si è fidanzato. Ma che questo non lo turba più di tanto nei confronti di Gina.
Gina che è, a questo punto lo avrete capito tutti, una cretina -difatti il nome fa rima per quello- se lo rincolla, come si dice in Abruzzo.
Non fosse che Gina, un pomeriggio lavorativo, dopo che Pino le ha millantato giorni prima l'idea di vedersi in tarda serata, ha la benedetta idea di mandare a Pino un sms per chiedergli le sue intenzioni sulla serata visto che il buon Pino era sparito nel nulla dal venerdì precedente dedicando il suo weekend giustamente alla fidanzata, (alla quale la narratrice consegna un diploma di furbizia per la scelta di Pino e uno di solidarietà femminile per la stronzaggine di Pino).
Ebbene l'sms che la Gina manda ha dei toni da educanda che timidamente chiede i suoi programmi per la serata in tono scherzoso, tipo un "Mi dai la rivincita a dama?"-nota per il gentile lettore non ha scritto " ti aspetto nuda ricoperta di miele, mangiami alle 22, ti aspetto"-
La risposta di Pino, dopo 2 ore circa dall'invio è " HAI COMBINATO UN CASINO!! LO SAI CHE NON SONO SOLO..NON MI SCRIVERE PIU'"
A questo punto Gina è frastornata come Fra Martino, e si chiede balbettando dov'è il casino e come lo ha combinato LEI...
Al lettore trarre le sue considerazioni, io posso solo dire che chi non sa gestire la bigamia non la faccia o almeno non abbia il coraggio di dire che la colpa è di un misero sms...Si prenda le sue di colpe.. A Pino l'augurio che con la prossima futura Gina non gli arrivi un sms più compromettente e bollente, a Gina l'augurio di mandare sms compromettenti a un Pino più libero e gentile. Alla fidanzata di Pino..l'agghiacciante dubbio di non meritarsi uno come lui...

giovedì 6 dicembre 2007

QUASI UN ANNO DI BLOG..


Quasi un anno di blog..nel frattempo non posso esimermi.. a furia di incontrare ex compagne di classe belle e in carriera...la metto anche io..la IV A del liceo scientifico...
Tra l'altro io e Ste ci conosciamo da ormai 12 lunghissimi anni, qui era il 1997/1998 non l'800 anche se la foto è in bianco e nero!!

lunedì 3 dicembre 2007

AAA commentatori cercasi


Ma dove siete?

Commentate gente, commentate!!

Oppure proponete argomenti..se questi non vi vanno..

domenica 25 novembre 2007

la caduta..





Sono caduta!! Scivolata sul bagnato..una botta al ginocchio..e avevo le paperine (scarpe basse).. Quindi non appena in grado di deambulare normalmente mi sono chiesta " ma se sono caduta con delle scarpe così stupide, tanto vale sfidare il rischio con delle scarpe..VERE"


Ed eccole qui...

domenica 11 novembre 2007

L'amore arriva dall'8 novembre


eh beh..che dire..

In bocca al lupo Ste!

A me non arriverà mai credo..ma fare da figurante ai matrimoni mi riesce così bene...

La carta è quella del bagatto, ricordi?

domenica 4 novembre 2007

Chi insegue i suoi sogni


Per una che ha rinunciato ai propri sogni (io) ce n'è una che se li sta vivendo momento per momento: Irene.

A lei, che ieri ha fatto due enormi valigie di 30kg imbustando e aspirando il contenuto per farci stare più roba, che ha preso un treno per la Calabria per vivere la sua vita nuova o almeno provarci, è dedicato questo post.

Perchè Irene ha scelto di inseguire il proprio sogno e di crederci.

La ammiro per il coraggio, per la volontà e perchè mi dimostra che se tieni davvero a qualcuno e a qualcosa ci provi.

Tutto questo non toglie che Irene mi e ci manchi!

Tra noi è lei la più gentile e disponibile, che raramente ho visto arrabbiata, sempre dolce e con le unghie ben curate...quella che ha il talento di comprarsi un bikini oro ferrero Rocher per poi passarlo a Vale..

Irene in bocca al lupo!!

E..nel caso..torna!!!!!

giovedì 1 novembre 2007

Ore di pianto

Mettiamo il caso che una sera alzi lo sguardo e vedi la luna semi piena, circondata di rosso. Mettiamo il caso che dici "sangue sulla luna, dolore in arrivo".
Mettiamo il caso che non ci credi neanche tu a quello che hai appena detto.
Poi mettiamo il caso che il giorno dopo vai in ufficio e alle 11 ricevi una chiamata da un numero anonimo.
Ed è lui.
(Chi non sapesse chi è lui veda i miei primissimi post)
Che si rifà vivo dopo 11 mesi e mezzo, arrotondiamo a 12.
Che si rifà vivo per una cosa di lavoro.
Che ti chiede "come va?" come lo chiederesti tu al tuo edicolante.
E ti dice c'è una cosa di un vecchio lavoro fatto insieme da appianare, servono 2 gg in Puglia, vieni?
Che tu attacchi il telefono e il tuo cuore è uscito dal petto e sta facendo spinning.
Che inizi a piangere, di rabbia, di dolore, di panico, di tutto.
Poi hai poco tempo, poche ore, per dare una risposta.
Sei totalmente nel pallone. Non hai la minima idea di cosa fare.
La testa dice di scappare il cuore urla.
Allora lo risenti e cerchi elementi per costruire la risposta "giusta".
12 mesi di domande che ti sei fatta non riesci ovviamente a risolverle in 33 minuti di conversazione frammentata da enormi silenzi.
Senti la distanza, percepisci la grande differenza emotiva che c'è, e scegli di salvarti.
Mentre parli e dici di no, il tuo cuore rotto da tempo immemore fa le valigie insultandoti.
Chiudi il telefono che vuoi morire.
E poi, il dopo.
In cui ho cambiato idea 100 volte al minuto, in cui mi sono trovata a scoprire una cosa terribile.
Che nonostante tutto, nonostante tutti, la mia vita si è fermata non all'anno scorso ma a dicembre 2005.
Ho iniziato a guardarmi intorno e ho visto che ho ancora riviste, giornali, oroscopi di quel tempo.
Che da allora ho cercato di barcamenarmi. Da dicembre 2006 invece ho cercato di ricostruirmi.
A oggi, dopo ore di dolore gelido, capisco che ho fallito. Non è servito a nulla, nulla.
Non ho costruito niente, ho solo cercato di rimanere nella teca di quando, forse, ero felice.
Non sono più tornata felice e serena tanto quanto lo sono stata. Non solo per lui, anche sicuramente per la morte di una persona cara.
Ho fatto come la bella addormentata che si punge e si addormenta per 100 anni, con tutta la corte. E quando il principe arriva a svegliarla, tutto è rimasto come 100 anni fa nel suo mondo.
Io non ho 100 anni davanti a me, e ne ho già fatto passare due.
Non arriverà nessuno a salvarmi e lo devo fare da sola.
Credevo di essere in grado di farcela, prima o poi.
E invece sono al punto di partenza, o meglio di fine.

venerdì 26 ottobre 2007

MALATISSIMA!!!!

E dopo solo 2 mesi...rieccomi ammalata!
Di nuovo febbre, mal di gola, tonsillite ecc ecc. Sto talmente male che sto addirittura prendendo in considerazione l'idea di operarmi alle tonsille...anche se proprio l'idea mi disgusta e pietrifica..
Aiuto!

mercoledì 17 ottobre 2007

Arriva Halloween...


Da cosa /chi vi vestirete?
Chi riconosce l'immagine avrà un premio!!!

mercoledì 10 ottobre 2007

Estetica o sostanza?


Che dilemma Kantiano(?)..nato con l'occasione di un importante colloquio di lavoro di Stefania questa settimana.

Dunque il colloquio, in una mega figa multinazionale con pista per l'atterraggio degli elicotteri ci ha messo in fermento ( me, Vale e Stefania stessa) con il risultato che sono arrivate piovendo prediche (mie) consigli (Vale e io) dubbi( Stefania).

In tutto questo un solo imperativo ci è passato per la mente: l'estetica. Abbiamo discusso esclusivamente di quello, piastrare i capelli, le scarpe, le calze, il trucco e il vestito. Nulla, intendo proprio nulla sulla preparazione. Cioè l'abbiamo proprio non considerata come parte del colloquio.. io mi sono resa conto dell'errore quando ho visto Stefania dopo il colloquio, i capelli erano perfetti ma le risposte motivazionali..un po' meno..

Il mio sconcerto è rivolto a me stessa come ho fatto a non pensarci??? Perchè io che non lo sono mai stata sono diventata "superficiale" e penso che serva solo la piastra per ottenere un lavoro?

Forse perchè l'ho visto tante volte e ho perso fiducia nelle capacità di valutazione degli individui.

Colpa mia dovevo prepararti meglio! Richiamali digli che torni!!

domenica 30 settembre 2007

Al medioevale! Al medioevale!


Insomma..lo devo proprio dire ..andateci che ne vale la pena!

Sembra che io riceva favori dal ristorante..detto così..ma vi garantisco si mangia benissimo e si spende poco..e non sono pagata per fare pubblicità!

Ci siamo andate io e Stefania per due volte in due settimane (consecutive) in occasioni diverse con persone diverse e ..a questo punto, il figlio del proprietario penserà che ci abbiamo fatto l'abbonamento per sedurlo!

Cmq ne vale davvero la pena, tutto buono ambiente caldo e medievale peccato i san pietrini per arrivare..che mi fanno sempre inciampare!!

venerdì 21 settembre 2007

LA PROVA DEL RAMO


Mi permetto, previa autorizzazione, di pubblicare una prova della mia sfiga.. Oggi c'era una testimone.. che ne ha tratto questo simpaticissimo brano.. grazie !


LA PROVA DEL RAMO! ovvero..... sfiga in spinetta marengo....

la situazione è abbastanza tranquilla.
la mattina del 21 settembre ci rechiamo con cieca fiducia nel ridente sobborgo di spinetta marengo, dove ci attende una mattinata in compagnia degli ambulanti del mercato e dei simpatici anziani che ivi si recano per fare una modesta ma dignitosa spesa... inizialmente una botta di incredibile fortuna ci consente di trovare a velocità worp il suddetto mercato... botta seguita a mò di domino da un'altra subito dopo infilata!... una tira l'altra potremmo dire... come le ciliegie!!!!!!!!!!....... il mercatino è dotato....... di cesso pubblico!!!!!!! non tutti possono permetterselo.... e infatti alla prima lamentela della solerte venditrice di fiori sul ben poco ameno sito scelto dal comune per loro segue immediata la mia considerazione fondamentale: eppure il mercato centrale di alessandria non ha i gabinetti pubblici e ciò comporta seconda la mia indagine sul territorio...ben 30 euro di spese al giorno in caffè per quei poveri cristi che ci lavoranoooooo!!!!!!!

e ho fatto il mio lavoro di "dispensatrice di positività" anche oggi....

...ma all'improvviso, nel silenzio fresco del soleggiato mattino d'inizio autunno... un evento sconvolge me, e soprattutto Federica, la collega con cui si svolge questo delicato compito di "acchiappo" e "estorsione" di informazioni sulla raccolta della rumenta alessandrina.

non c'è ancora nessuno, ci stiamo preparando psicologicamente all'attacco, quasi una strategia di guerra, noi 2 contro il popolo dei clienti del mercato.... ma nonostante questo siamo rilassate, ci diciamo 2 battute serenamente e..... SPACK!!!!!!!!!!!!
come documenta la foto, Federica subisce un vile attentato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! esattamente dietro di lei, sulla SUA sedia (in realtà a essere sinceri le sedie son tutte e due SUE perchè i mezzi della ditta non sono proprio eccezionali e Federica ha ritenuto che le sedie di casa SUA fossero maggiormente degne di essere presentate al folto pubblico.... anche delle sedie di Pietro, quelle che usa al mercato, che erano la seconda scelta possibile ma rilevatesi poi troppo pesanti da trasportare..) un albero apparentemente sano e senza rami secchi nascondeva in realtà una pericolosa insidia.... un'arma segreta potentissima che stava aspettando proprio noi.... o forse sarebbe meglio dire...... lei...... Federica!!!!!!, visto che appena la suddetta, ignara, si distrae e ride..... il vile albero smolla sto ramo secco e PAM!!! dritto sulla SUA sedia a 5 cm dalla sua testa!
il pericolo è fortunosamente scampato ma la foto resta a dura testimonianza del sordido intrigo.... e restano le domande....
chi avrà sortito l'oscuro attentato? per quali scopi?
si fanno le prime ipotesi.....

la più accreditata, date indiscrezioni, parrebbe un complotto volto all'eliminazione fisica dei troppi, 2..., collaboratori "mangia pane a tradimento" che sottraggono ingiustamente risorse preziose al fondo stipendi dei regolari assunti per cui attualmente si lavora. eliminato il collaboratore numero 1, poi con calma.... si sarebbe forse proceduto all'eliminazione del collaboratore numero 2, peraltro ben fastidioso perchè affetto da una malattia grave, seppur non contagiosa: il desiderio di "scassare le balle" al proprio capo fino al suo ultimo giorno di lavoro.

seconda ipotesi... mhmm... non c'è per la verità una seconda ipotesi, benchè sia stata valutata, ma subito scartata, la teoria di un intrinseco complotto tra se e se, diciamo tra ramo e ramo... dell'albero stesso, infastidito dalla nostra presenza, di circa un minuto al momento dell'attentato. anche lui del resto avrebbe avuto le sue motivazioni fondate: "rimostrare" contro lo spreco assurdo e oltraggioso di fogli di carta non riciclata per la compilazione, seppur dobbiamo difenderci in tal caso FRONTE-RETRO!!!!!!!!! di 1900 questionari e dunque 950 fogli!!! quasi 2 risme di carta!!!!!!, il tutto per scoprire alla fine ciò che già un pò ci si doveva aspettare..... riducete i costi della raccolta e lavate sti cavolo di bidoni dell'organico che non se ne può più....
forse anche questa ipotesi vale la pena di essere tenuta in considerazione.....

ma la principale indiziata resta comunque e sempre..........LA SFIGA DI FEDERICA!!!!!!!!!!! una specie di nuvoletta di Fantozzi, che ovunque la segue mettendo sulla sua strada le trappole più insidiose e sempre e comunque di genere.....agreste!
vogliamo forse dimenticare il riccio di castagna in piena estate in un prato circondato da platani e abeti su cui ella ha posato il suo primo passo dopo aver tolto le scarpe così, per stare "più in sintonia con la natura"?

e riflettendo su ciò... auguro a tutti una buona giornata..... lontana da rami in attraversamento!

martedì 18 settembre 2007

GENERAZIONE 1985


E' ufficiale..i ragazzi che oggi hanno 22 anni sono meglio di quelli della mia generazione e anche un po' di quella precedente... diciamo dal 1974 al 1980..

Perchè? Mi è bastato vedere all'opera due giovani rampanti classe '85.

Innanzitutto sono partiti dalla Calabria, sottolineo Calabria, in treno per raggiungere in tempi diversi le persone a cui tenevano conosciute in estate..tutto questo senza lamentarsi nè aver paura di stancarsi delle ore di viaggio seduti ecc.

Uno dei due ha addirittura architettato una SORPRESA per arrivare dalla Calabria fino a Torino..

Gesti da innamorati? E chi li fa più???

Quelli che si dichiarano innamorati ( DIMENTICAVO SI HA ANCHE PAURA DI DIRE TI AMO OGGI!!) non si sognano neanche di muovere un dito, figuriamoci imbarcarsi per un lungo viaggio e arrivare dall'innamorata tanto sognata..

E' perchè hanno 22 anni e non hanno paura di amare? Perchè non si sono ancora presi uno sberlone dal cuore? Perchè non hanno paura di dire "ti amo"?

Sapete quanti "trentenni" -odio la parola scusate- si rifugiano in storie da nulla per la paura di amare e anche per la pigrizia incredibile del fare qualcosa per un'altra persona?

Una volta uno (del 1975) mi ha detto, visto che fuori da casa sua pioveva, dovevo andare a casa mia e non avevo l'ombrello, lui nemmeno da prestarmi, di "passare sotto ai balconi" così mi sarei bagnata meno...


Forse è colpa mia, dovrei andare in Calabria e trovare un 22 enne romantico?





venerdì 7 settembre 2007

Il valore di qualcosa


Recentemente (sabato) ho rispolverato cosa significa dare valore a qualcosa. L'ho ripassato anche lunedì, nel caso non mi fosse chiaro e ne ho ottenuto ulteriore conferma in questi giorni.


Mi riferisco al concetto del "valore di qualcosa" per me. Il valore dell'amicizia, per esempio. Ho capito quanto conta per me l'amicizia di una persona con cui ho avuto una brutta discussione sabato sera e con cui non parlo da lunedì scorso. Ho capito che ho fatto uno sbaglio, e me ne sono scusata. Ma su tutto ho capito il valore di quella persona per me. Che mi manca e che nonostante sia uscita tutte le sere mi mancava la sua compagnia. Pensarci prima? Ma io già lo sapevo, ho solo sbagliato mettendola da parte.

Ho cercato di recuperare chiedendo di passare oltre e dicendo che mi dispiaceva.

Ed è davvero così. Attendo.


Ho anche rispolverato il valore dei gesti, e di quanto questi possano essere confusi e male interpretati. A volte un cenno di interessamento per una persona diventa una persecuzione e a volte la vera persecuzione viene scambiata con vero interessamento.

Qual è il confine? Semplicemente l'interesse.

Se qualcosa davvero ci sta a cuore, ci interessa, difficilmente mal interpreteremo qualche gesto e daremo una valenza positiva a tutti i gesti che ci verranno rivolti.

Ma se qualcosa o qualcuno non ci interessa coglieremo al volo l'opportunità di dare un valore completamente errato a ciò che ci arriva e saremo ingiusti, facendo soffrire inutilmente qualcuno.









Every day we play the game you make me feel so sweet

One day I lost my sugar but you gave it back to me

I'm no more blue pretty mama

I'm no more blue now

I've got you

I'm no more blue pretty mama

mercoledì 29 agosto 2007

La scuola delle stronze


Per questo post prendo spunto da un libro che ha catturato immediatamente il mio sguardo alla Feltrinelli l'altra sera e che ho prontamente comprato..lo trovavo un ottimo regalo per un'amica e rigirandolo e sfogliandolo mi ha dato molto da pensare..

Questo libro è diciamo un libro che smitizza il ruolo di "stronza" cioè di quella che se la tira con gli uomini ma dice che è il comportamento giusto da adottare, perchè GLI UOMINI PREFERISCONO LE STRONZE, così sostiene l'autrice ed effettivamente..per esperienza personale potrebbe davvero essere così.. Le "stronze" sarebbero quelle che non si fanno trovare, che non vanno da loro appena chiamano, che li considerano poco e se vengono lasciate li sostituiscono in fretta.



Prima o poi è successo a tutte. Pomeriggi passati tra i fornelli a preparare fantastiche cenette per il nostro principe azzurro. Mesi di noiosissime partite in televisione, di giornate con gli occhi appiccicati al cellulare in attesa che chiami. Disponibili, carine, presenti. E lui cosa fa? Ci molla. Per una che al massimo sa cucinare popcorn, non si fa mai trovare, si concede una volta sì e tre no. Una "stronza", in poche parole.E se fosse solo una che ha capito tutto?Perché dobbiamo prendere atto una volta per sempre di una verità sacrosanta. Agli uomini le "stronze" piacciono, eccome. Loro amano chi li fa stare sulle spine, chi dà loro la sensazione di non aver vinto completamente la battaglia, chi garantisce "stimolo intellettuale".

Insomma agli uomini un po' piace "soffrire". Quindi, tanto vale imparare le regole del gioco. E la prima è: essere forti, indipendenti, sicure di sé. Non è facendo la geisha che otterremo l'amore e il rispetto di un uomo, e tantomeno quello di noi stesse, ma con l'autostima e un po' di sfrontatezza. A quel punto anche il nostro pop-corn gli sembrerà un piatto da re.



Dunque la chiave è lo "stimolo intellettuale"? Il famoso mistero?

Personalmente non so esattamente cosa pensare, che una donna debba avere la propria dignità e la difenda, non si svilisca e si umili per un uomo mi sembra il minimo. Ma diventare delle calcolatrici di "mosse" tipo non-lo-chiamo-e-non-mi -faccio-trovare così avrò successo quando invece vuoi farti trovare, non lo so.. E' davvero questa la strada?


venerdì 24 agosto 2007

E quindi è arrivata la sfiga..e tutta insieme...

Eccomi tornata a casa dopo 1 settimana intera di sfiga che si è abbattuta su di me e sulla povera inconsapevole Stefania..e mi si è aperta una nuova settimana ancora più grigia..


Il soggiorno di vacanza è diventato un soggiorno lazzaretto, poichè dal secondo giorno è iniziata la febbre (mia) e sono arrivate le simpaticissime PLACCHE (mie) dunque vacanza passata con il comodino pieno di medicine a fare la carità ai farmacisti sperando in un passaggio sotto banco di antibiotici e anti infiammatori..

Naturalmente al primo segno di miglioramento è subentrato il dolcissimo e ancora più simpatico MAL DI DENTI allucinantemente presente 24h su 24..dentista chiuso per ferie, ricerca spasmodica di un buon uomo che mi curasse o sopprimesse..e il simpatico conticino che mi aspetta dietro la porta( non dico nulla, solo che ha tre zeri e un numero davanti non esiguo) mi ha steso...Aggiungeteci che tornata a casa dopo il dentista, il giorno dopo per essere precisa, arriva un nuovo attacco di PLACCHE 2..che insoddisfatte del lavoro precedente si sono ripresentate in forma smagliante..tanto da far dire al mio medico " apra la bocca, dica AAAAAAA...oh Madonna !!! Chiuda chiuda"


La domanda ora, sotto l'effetto della 2 settimana di antibiotici, il cortisone , lo spray, le vitamine, i fermenti lattici ecc.è :

CHE COSA HO FATTO??? CHI MI HA TIRATO STA SFIGA ?????

chiunque me l'avesse tirata mi può dire perchè e soprattutto me la può togliere???

Fossi fortunata in amore, compenserei..garantisco..la fortuna non c'è..

Fossi fortunata al gioco, abbiamo preso un gratta e vinci all'autogrill e manco quello...

QUINDI TOGLIETEMI STA SFIGAAAAAA

E riportate in vacanza Stefania che ha fatto l'infermiera sciabattante anzichè la scintillante bagnante...

sabato 11 agosto 2007

Post di auto-mutuo-aiuto


E' doveroso lasciare ai numerosi lettori dal cuore tenero un post di saluto e arrivederci a dopo il nostro ritorno..nel frattempo vediamo un po' cosa potete fare per ingannare il tempo..


1)fare una petizione via web per far annullare l'esito dei sondaggi dei nostri blog, PALESEMENTE falsati..

2)pubblicizzare i nostri blog ai 4 venti che sono Scirocco, Aliseo(?), Phon(?) e...e..ehm chiamate anche l'altro che se no si offende..

3) guardare le nostre fotografie e i nostri post e comporre astuti commenti che al nostro ritorno ci accolgano come a casa

4)sms e chiamate sono ben accetti a meno che voi non siate partiti per il campeggio in alta quota e il vostro cellulare non prenda fino al vostro ritorno e ..ops..siete in due e l'altra è una vostra"amica"

5) aspettateci! E non scordatevi di noi!


Buone vacanze !!!

lunedì 6 agosto 2007

SI RI-PARTE!!




eh già eh sì eh già!!!


Incrociate le dita che io e la Stefania partiamo di nuovo..arriveranno dunque nuove imprese..tra cui le risposte a nuovi assillanti e atroci domande che vi costringeranno a seguire il blog con gli occhi incollati al monitor...


ad esempio:


-come resisteranno una settimana senza internet?


-come resisteranno insieme, di nuovo, a stretto contatto?


-come si divideranno le folte conquiste?


-chi delle due ucciderà per prima l'altra?


venerdì 3 agosto 2007

Le nostre mirabolanti avventure ---PARTE SECONDA


Prima di iniziare il racconto del seguito delle nostre mirabolanti avventure..un interrogativo assale me e Stefania..dove sono finiti i nostri commentatori ? Tutti sdraiati a Rimini ? Riprendetevi oh eroici..sentiamo la vostra mancanza!!!



LE CONQUISTE ITALIANE IN TERRA TURCA



Conquistare italiani in terra straniera è un po' come cercare una pizzeria buona a Shangai, non impossibile ma decisamente..difficile considerando anche l'esportazione dell'italiano medio in vacanza..e il risultato..la pizza in Cina è buona secondo voi?

Insomma tutto questo per dire che già dal pullman dall'aereoporto all'hotel abbiamo potuto vedere i nostri connazionali impegnati a farci venire voglia di innamorarci perdutamente, ma non di loro..

Iniziamo dal marito dalla provincia di Torino che con moglie e figli guardava lubrico-e durante tutta la vacanza non ha mai smesso- una delle nostre starlette al punto di salutare tra tutti esclusivamente lei con sguardo focoso...ehm..CALIENTE

Si prosegue con il favoloso Carmine ( nome di fantasia per privacy) che adocchiando una delle pulzelle le ha fatto una corte "spietata" con frasi come "che fai? nuoti?" ( ndr in mezzo al mare)
e " vuoi un passaggio per Torino al ritorno?"passaggio solo millantato dal momento che dopo aver incontrato una russa rossa si è eclissato.. non se ne conoscono le ragioni..la nostra pulzella quasi ci rimaneva male poichè le mancava il gioco da spiaggia "io prendo il sole imboscata e se arriva mi trasferisco in piscina"... ehm...INTRAPRENDENTE

Si passa attraverso al pazzo psicotico del villaggio, ovvero l'animatore che si occupa degli sport; nota la passione di tutte e tre le nostre amazzoni per lo sport ci si sarebbe aspettati che neanche imparassero il nome di battesimo di codesto animatore impegnato ad agitare i suoi ( pochi) capelli al ritmo della racchetta da tennis..e invece..prodi lettori..stupore! Sorpresa! Una della favolose 3 si è invaghita proprio dell'istruttore di tennis/pallanuoto/ pallavolo al punto da guardare con malcelata tenerezza la sua particolare pettinatura e il fatto che la seconda sera piombando come un falco al loro tavolo sia riuscita a farla piangere con frasi come " devi passare attraverso la sofferenza e viverla tutta per capire l'amore"...ehm..PSICOTICO ROMANTICO



Infine..il meglio per dessert...2 e dico 2 uomini che fin dal check in hanno attratto irrestistibilmente le nostre signorine..in modo animalesco..

Due amici(?) di Milano alti,possenti, single(?) di cui potete apprezzare la foto sopra di uno di loro con il costume blu..senza parole..

Non solo boriosi ma anche vanitosi da battere la Marini e quando uno di loro apriva la bocca..si scatenava l'irritazione, non solo scemo anche con una voce orrenda!!

Tragedia sfiorata sul pullman quando una delle nostre per poco non ne mandava uno a quel paese, trattenuta prontamente da un'altra e dall'animatore sportivo preoccupati entrambi che il belloccio avesse la peggio..ovviamente.. ehm..ORRENDI E IMPOSSIBILI..

mercoledì 1 agosto 2007

le nostre mirabolanti avventure... PARTE 1


Rimproverata aspramente perchè non avevo ancora aggiornato il blog, mi scuso con i numerosi lettori per l'inerzia e mi appresto a narrarvi le mirabolanti avventure delle 3 meravigliose fanciulle ( da qui in poi squinzie) partite alla volta della Turchia che già dall'inizio furono graziate dalla buona stella avendo pagato per un pacchetto turistico ritrovandosi invece dirottate per overbooking in tutt'altro posto ( di categoria superiore senza sborsare un centesimo): l'Alara star cinque stelle( turche).


In una formula all inclusive le tre eroine si trovarono molto meglio che a casa loro (parlo soprattutto di due, quella salutista è esclusa) poichè la possibilità di bere coca cola a tutte le ore senza aprire il frigo e smangiucchiare biscottini e fesserie a ogni ora hanno costituito motivo di grande soddisfazione per le simpatiche bambine che visualizzavano le aree ristoro con grandi sorrisi.

Gli stessi grandi sorrisi che il popolo maschile turco riservava loro, d'altronde...

Dovete sapere cari lettori che l'anima dell'uomo turco è galante e non ci prova con sconsiderazione ma INVITA A CENA la dolce pulzella che riscalda il suo cuore...a volte propone anche il matrimonio..dimenticavo...

Che lezione per gli uomini italiani impegnati a guardare le modelle russe che soggiornavano nel nostro albergo per la presentazione, in esclusiva per noi, la collezione "mi vesto con un micro bikini di paillette d'oro anche se sono bionda e mi sta benissimo lo stesso"!
Le nostre squinzie hanno nell'ordine conquistato il cuore palpitante al kebab di :
-un cameriere del ristorante a cui va la menzione del "più galante" per la frase "quando vedo te sto sempre bene" detta ogni mattina a colazione
-un proprietario di una discoteca famosa a cui vanno le menzioni del "più ricco" e anche del più "intraprendente" per la frase "quando torni in albergo ti vengo a prendere in scooter"
-un gestore di negozio di souvenir locali a cui va la menzione del più romantico contrattatore per la frase "quanti cammelli ti devo dare per la tua amica?" a cui la simpatica risposta di -indovinate chi- "tienitela anche gratis"
-un massaggiatore che dopo aver toccato in ogni modo -professionaleee- una delle nostre, a cui va il titolo di "più maiale" poichè le ha chiesto cosa faceva quella sera cercando di infilarsi un suo dito in bocca..
Sulle conquiste italiane..attendete...ce n'è ancora...




lunedì 23 luglio 2007

sabato 21 luglio 2007

Ed è stata Turchia..


Ed è stata per me bellissima.

Mi è piaciuto tutto, dall'inizio alla fine dal controllo del passaporto all'arrivo al pasto sull'aereo del ritorno. E' stato un Paese che ci ha accolte benissimo e che ho fatto davvero fatica a lasciare.

Su tutte le nostre avventure, servono le foto..non appena le avremo scaricate le pubblicheremo sui nostri blog.

Siamo persino andate tutte e tre d'amore e d'accordo!!

P.s.

Mi manca tantissimo!

domenica 1 luglio 2007

Alla ricerca dei saldi...

Iniziamo dal principio...
ore 9,00 di domenica mattina 1 luglio, data di inizio dei saldi a Torino: Sveglia!!!!
ore 9,20 ritrovo con una nervosa Stefania e una insonnolita Irene
ore 9,40 arrivo alla roccaforte dei saldi: LE GRU.. con già un milione di persone all'interno..
ore10,00 colazione in un bar dove mi rifilano un cappuccino in una tazza sporca usata da un altro!!!
ore 10,20 inizia la ressa!!!
ore 17,20 ritorno a casa

Quindi in 5 ore e venti minuti siamo riuscite a:
-fare code in ogni negozio
-avere mal di piedi
-comprare in tre : jeans, pantaloni neri, canottiera, pantaloncini gialli, mutande azzurre, sandali neri, lenti a contatto, maglie per fratelli, mutande rosse e rosa.

Dimenticato qualcosa?

martedì 26 giugno 2007

Tutto quello che non avrò mai

Finalmente! Un post melanconico!
Ieri sera io e Stefania passeggiavamo guardando le vetrine di via Po dirigendoci verso la libreria ( indovinate..cercavamo una guida turistica..)aperta di sera quando alzando la testa ci imbattiamo in una nostra ex compagna di liceo.
Premesso che al liceo era già bella, alta, nobile, aggraziata e chi più ne ha più ne metta.. ora a distanza di qualcosa come 8 anni dalla maturità è ancora meglio! Ed è pure rimasta simpatica come lo era all'epoca, con un sorriso grande come una casa.
Ecco la scena è stata tragi comica, innanzitutto perchè lei era accompagnata come sempre da un fidanzato dagli occhi blu ( quando non è stata fidanzata? io non me lo ricordo)e io sono rimasta come dire..senza parole..
Un po' lo choc de non aspettarmelo un po' non sapevo proprio cosa dire..e quando lei ci ha chiesto se eravamo sposate con due figli io con un filo di voce sono riuscita a dire " Sono sola".Neanche SONO SINGLE , STO BENE COSI' MAI STATA MEGLIO e cazzate di questo genere. Sono riuscita a spiaccicare un pietosissimo SONO SOLA!!!!!!
Meglio è andata a Stefania ce se la ridacchiava come sempre facendo finta di non essere presente..La bellissima ex compagna alla mia affermazione non ha potuto dire altro che " Non preoccuparti spargerò la voce!"
Cielo, cielo , cielo. Ma io che lavoro con la comunicazione, che parlo con la gente tutti i giorni mi sono tramutata in una bambina pietosa..mancava che le volessi vendere dei cerini bagnati e c'era tutto il quadretto!!
In pratica penso di aver perso l'uso del cervello nel momento in cui mi sono scontrata con l'evidenza: lei ha tutto quello che non avrò mai, ed è irraggiungibile.
Cosa rimane? La rassegnazione o picconarla. Siccome le ho voluto davvero bene al liceo e insieme ne abbiamo viste un bel po' opto per la prima. Ma tutto subito, wow, che botta!

venerdì 22 giugno 2007

Rivalità Turchia-Grecia

E così si è scoperto come mai la Grecia e la Turchia si fanno la guerra da secoli visto che per decidere dove andare in vacanza io e Stefania ci stiamo accoltellando..
Scatenano forse una rivalità atavica? ( cosa vuol dire atavico?)
Dove andremo ? E soprattutto ci andremo? Finora ci siamo sbattute a cercare molteplici soluzioni ma l'atteggiamento e l'aria che si respira non è affatto di collaborazione ma di ostruzionismo. E io mi sono un po' stufata.
Se per fare le vacanze devo sforzarmi, sbattermi, correre e cercare di accontentare tutti scendendo a compromessi per poi avere anzichè collaborazione menefreghismo e passività oltrechè scazzo... non so se ne vale la pena.
Domani mattina bisogna andare a prenotare, io da sola non ci vado, non perchè non abbia voglia..potete immaginare la ragione. Naturalmente bisogna andare alle 9.
E non chiamerò Stefania per dirglielo la terza volta.
Vi dico come finirà?
Immaginate.
Sono un po' incazzata, scusate.

sabato 16 giugno 2007

Secondo mistero da svelare...


Secondo mistero da svelare : ma chi sono gli anonimi? Daiii che non dormiamo...alcune idee:


a) dei dirottati dal sito di Stefania

b) i cugini di Stefania

c) cyber naviganti

d) amici miei

e) amici di Ubaldo
P.S.
:-)

martedì 12 giugno 2007

Ma è così brutto Spinaceto?


Prima di partire per Roma due amici mi hanno edotta su una battuta di un film di Nanni Moretti che va a Spinaceto e chiede ( spero di ricordare bene) "Ma è così brutto Spinaceto?"

Quindi oggi che mi ci sono trovata per lavoro mi sono posta la stessa domanda..la risposta?

SI'!!!!!!!!!!! Senza nulla togliere a chi ci abita è davvero il quartiere di Roma più squallido che abbia mai visto: grigio con palazzoni orrendi, scritte ( cosa che accomuna tutte le periferie) ma in più una desolazione... una sensazione di abbandono..di tristezza..

Quando me ne sono tornata nella mia stanzetta all'Eur mi sono sentita confortata, persino il Mc Donald's all'angolo mi ha fatto sorridere. E il laghetto..wow..

Mamma mia, Moretti...

lunedì 11 giugno 2007

a chi piacciono le albicocche?


quelle buone vere albicocche senza pesticidi ..da cogliere dall'albero..

tutto questo per aggiornare i lettori su come ho passato la mia domenica romana, a scrocco, ops si dice a invito da una mia collega che faceva un barbecue in giardino.

Giardino..ehm..frutteto forse è più giusto... mi sono trovata in città ma allo stesso tempo in campagna tra limoni e albicocche con persone davvero interessanti, per i mestieri che svolgevano e per la compagnia davvero stimolante; sembrava di essere in quei film dove ci si incontra a tavola e si affrontano tanti argomenti e anche se non ci si conosce si entra in confidenza..

Insomma mi sono trovata bene e ringrazio la mia collega, che come altri, ha aderito alla campagna ADOTTA FEDERICA A ROMA che sta avendo tantissimo successo!!

Nel frattempo ringrazio Mara del pacco del weekend..


P.s.

La foto è mia, pura arte che riprende uno scorcio della tavola di domenica ..

domenica 10 giugno 2007

Nuovo grande interrogativo..


un interrogativo ci assilla..ma che lavoro farà Ubaldo?


Tu, diretto interessato non ce lo svelare noi tenteremo di scoprirlo.. dicci solo se ci avviciniamo vagamente..


Nella foto.la prima ipotesi di Stefania :-)

sabato 9 giugno 2007

Alle fraschette!!!




Approfittando di essere seduta a un tavolino di un dehor con la connessione più veloce che io abbia mai sperimentato, tengo aggiornato il mio blog anche perchè sono stufa di rivedere sempre quell'uomo in contro luce che guarda l'ora..( colpa mia l'ho messo io)

---piccola nota: una briciola mi si è appena infilata nel pc aziendale e sto cercando con un cucchiaino appiccicoso di toglierla--

Ieri sera sono andata a "lì Castelli romani" in fraschetta. E che ne sapevo io di che cosa era una fraschetta? Nulla, anche perchè i miei colleghi mi hanno solo fatto presente che era un "posto tipico dove si mangia romano". No!!!! E' molto di più!!! E' un posto dove ti portano quello che i gestori hanno in cucina più o meno finchè non muori. Il tutto condito con un clima da vera Roma dei film e vino. Dico solo che alla fine della cena abbiamo fatto foto che a vederle oggi ecco...come dire..non le metterò mai qua!!

--Secondo voi per togliere le briciole devo scardinare i tasti? O scuoto il pc?---

domenica 3 giugno 2007

3..2..1..GO!


Stufa di sentirmi dire che i miei post sono strappalacrime arriva un post cazzaro!!

Me ne riparto per Roma tornerò ..boh..tra due settimane? Prima?

Nel frattempo al via le prenotazioni per le vacanze..Grecia..e lavorerò -lo prometto- assiduamente per la scommessa in corso con Stefania..Qualcuno me la tenga d'occhio in questo tempo che sarà senza di me!

Appello ai numerosi cugini/cugine/ fratelli/ possibili fidanzati : portatela fuori! Se no piangerà dietro la porta aspettando il mio ritorno!!

venerdì 1 giugno 2007

Messaggi predefiniti




Mi sono fatta ( fare) un bel regalo utile..un cellulare nuovo bello e lucido che mi durerà circa un anno poi si disintegrerà come gli altri..

Non avendo voglia di leggere le istruzioni ci sto giochicchiando a caso e mi sono imbattuta in "messaggi predefiniti", categoria che avevo sempre guardato e mai utilizzato negli altri telefonini.

In questo cellulare però c'era un messagio predefinito che mi ha lasciato di stucco: "Ti amo".

Ci sono una sfilza di "sono in riunione" " sono in ritardo" richiamami al" e poi un "ti amo".

Sono basita. Chi è che per dire che ama qualcuno non lo scrive ma va nella cartella "predefiniti" e lo invia????

E' davvero un cellulare all'avanguardia specchio di qualcuno che non ha pazienza e voglia di pensare un sms?


sabato 26 maggio 2007

ventisei-ventisei-ventisei-ventisei-ventisei


Come dire..compio ventisei anni il ventisei maggio, che in pratica è oggi.

Se mi volto indietro e ripenso ai miei altri compleanni mi intritisco, non per gli anni che passano ma per le persone che ho perso per strada, avvolte nelle loro nuove vite. Ripenso ad esempio, ai compleanni dei miei compagni delle medie che cadevano il 23 il 25 e il 28 maggio e si festeggiava tutti insieme portando a scuola i salatini e poi nelle feste trucide di pomeriggio di quegli anni. Chissà come loro festeggiano in questi giorni, ora che di anni ne hanno 27( io sono andata a scuola a 5 anni e sono sempre stata la più piccola della classe)?

E io come festeggio ora? E come vorrei invece festeggiare?

volevo queste unghie...


E invece..ho preso uno schifosissimo fungo a Roma..quindi non mi è rimasto altro che sbavare sulle unghie di Elena ..

martedì 1 maggio 2007

venerdì 27 aprile 2007

Questa è solo per me

Another summer day
Has come and gone away
In Paris and Rome
But I wanna go home
Maybe surrounded by

A million people
IStill feel all alone
I just wanna go home
Oh I miss you, you know

And I've been keeping all the letters that I wrote to you
Each one a line or two"I'm fine baby, how are you?
"Well I would send them but I know that it's just not enough
My words were cold and flat
And you deserve more than that
Another aeroplane

Another sunny place
I'm lucky I know
But I wanna go home
I've got to go home

Let me go home
I'm just too far from where you are
I wanna come home
And I feel just like I'm living someone else's life

It's like I just stepped outside
When everything was going right
And I know just why you could not come along with me
But this was not your dream
But you always believe in me
Another winter day

Has come and gone away
And even Paris and Rome
And I wanna go home
Let me go home

Let me go home

I've had my runBaby, I'm done
I gotta go home
Let me go home
It will all rightI'll be home tonight
I'm coming back home

giovedì 19 aprile 2007

A come Alassio..A come AMA


Dunque..non scrivo da un sacco di tempo perchè purtroppo il lavoro a Roma mi costringe quasi a una vita dura...quindi per riposarmi ecco che arriva l'invito di un'amica al mare, che significa primo sole, primo costume e prime sciabattate sabbiose. Tirate fuori le vecchie infradito e gli occhiali da sole di ordinanza siamo pronte a vivere il mare di primavera e devo dire che ce lo siamo godute alla grande. Alèèèèèèè finalmente un po' di brio!!!

Comunque grazie anche alla cena con il tipo fulminato come un antenna che ci ha fatto vergognare fino alle cuticole delle unghie quando è salito sul tavolo del bar sul lungomare..
A come AMA è un indizio che mi ha mandato il destino? Che mi stia dicendo qualcosa?

lunedì 2 aprile 2007

evviva la città Eterna!!


Innanzitutto..arieccome!!

Sono di nuovo Turineisa anche se nell'animo ho imparato a essere un po' romana de Roma..

è stata una bellissima esperienza un po' per le persone un po' per il lavoro..Chi mi ha visto a Tele Roma 56 si sarà sganasciato e con orgoglio posso dire..ero emozionata!!

Non mi preoccupo di soffrire di nostalgia, se non verso Maria Grazia, perchè tornerò!!

A proposito di Maria Grazia, ci sono parole per lei?Solo una: SPLENDIDA



martedì 13 marzo 2007

vacanze romane?


Ma..scrivo dalla Capitale..ma tanto vacanze romane non mi sembrano... però farò cose fighe a sentirne parlare..insomma potrò davvero farmi le ossa con qualcosa di interessante!
Inoltre potrò conoscere chi lo sa..qualcuno della casa del Gf o di Montecitorio o ..va beh insomma cambio aria che non fa mai male..
A proposito sarò romana fino a fine mese e in cerca di un alloggio/pensione..se qualcuno sa qualcosa è ben accetto!
Zona Collatino..

mercoledì 7 marzo 2007

It's springtime!!


E speriamo che si porti via le grane dell'inverno! Ah e anche quelle dell'autunno!!

Mi sono finalmente comprata le scarpe che volevo e che non trovavo, mi sembra un buon segno ...

Eddai che ce la posso fare...

giovedì 22 febbraio 2007

AAA MA DOVE SEI???


Ma dove sei? Tu, proprio tu , che sei entrato al negozio di quella stordita di Stefania e volevi le targhette per i cani?

sabato 17 febbraio 2007

considero valore

Considero valore
di Erri De Luca


Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.

Considero valore il regno minerale, l'assemblea delle stelle.

Considero valore il vino finché dura un pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.

Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi vale ancora poco.

Considero valore tutte le ferite.

Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordarsi di che.

Considero valore sapere in una stanza dov'è il nord, qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato.

Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

Considero valore l'uso del verbo amare e l'ipotesi che esista un creatore..

Molti di questi valori non ho conosciuto.

notte prima degli esami

(Obbligatorio ascoltare Venditti quando lo si legge..)

Notte prima degli esami, argomento così attuale visti i film al cinema che la fanno da padrone. Mi fanno ripensare alle mie notti prima di qualcosa di importante, tante notti, tanti esami.
La notte prima dello scritto di italiano dove ho sempre sognato temi, quella prima della terza prova passata a ripassare a caso (e con culo) con Stefania ( di cui vi invito a leggere lo spassosissimo- con tante s- blog www.lontanodadove.blogspot.com) la notte prima di partire per l’Erasmus di 6 mesi sentendo che era la mia ultima notte in quella casa. La notte prima dell’ultimo esame, in cui pensavo “Ce l’ho fatta !! E’ finita!!”, la notte prima di laurearmi, tranquilla e serena. Ora che gli esami li ho finiti e già da un po’ mi chiedo se avrò mai altre di notti prima degli esami e capisco chi si iscrive all’università e ci rimane parcheggiato per secoli, finché stai là nessuno ti tocca e non cresci mai, non esci dal mondo dei libri e dalle notti prima degli esami.
Adesso vi invidio tanto, perché andare a lavorare rompe e non puoi entrare alla seconda ora e chiedere gli appunti a quello carino del corso. Perché alle macchinette del caffè dell’ufficio prendi il caffè e non le guardi più sdegnata per uscire e stare al bar di fronte parlando ore dei fatti tuoi con le amiche. Perché per quanti sforzi tu possa fare la vita di una volta non la farai mai più.
Ho 25 anni e mi hanno mandata a scuola prima, ho concluso gli studi in pari e sono avviata alla luminosa carriera del nulla con un lavoro precario, uno stipendio(?) misero e zero emozioni. Ma che posso fare se non architettare la fuga? A voi un miserando consiglio: rimanete all’università!! Fate l’Erasmus!! Scappate e correte via!! E se vi prendono, fate una pernacchia e riprendete a correre.

60 giorni


E sono 2 mesi..secondo il libro di auto mutuo terapia dovrei essere disintossicata, dovrebbe cessare la dipendenza e dovrei stare notevolmente meglio.
Beh vero al 50%, sicuramente sono stata ligia, non ho mandato sms lettere pacchi piccioni amiche ecc non ho sbirciato frugato trafugato nel passato e nel presente non ho chiamato urlato né mi sono appostata nascosta ecc. Quindi?
Quindi dovrei stare meglio. Indubbiamente ora sto un po’ meglio, nel senso che magari non mi metto a piangere se ci penso o lo maledico con un pupazzetto vodoo. Però..rimane il però.. rimane che lo penso lo stesso, spesso e che mi fa male ancora tanto.
Credo di avere capito che mi fa male soprattutto perché ora e solo ora capisco quanto non sono stata capita, compresa, amata. Come possono degli sconosciuti lasciarmi tanta solidarietà e riceverne zero da chi mi è stato più o meno male al fianco per 2 anni? E’ davvero questa l’amara risposta al mio perché?
Perché non ti ho mai amata e quindi ora non ci penso più a te, non me ne importa se sei viva, se sei in Uruguay, se fai la puttana o la direttrice di banca. Non ti ho mai amata e quindi non tornerò mai più e lo faccio in modo vigliacco facendo finta di averti lasciato perdere perché” tu potessi costruirti una vita felice senza di me”.
Com’è che dice la Berté? “Se becco quello che ha detto che il tempo è un gran dottore…lo spedisco in fondo al mare..” Più o meno..

(Ne approfitto per baciare Emiliano che conosco da anni, e che mi ha scritto una mail per consolarmi, grazie J)

Se pesco chi un giorno ha detto che il tempo è un gran dottore lo lego a un sasso stretto stretto e poi lo butto in fondo al mare son passati buoni buoni un paio d'anni e di stagioni ho avuto un sacco di avventureniente di particolarema io uscivo a cercartinelle strade fra la gentemi sembrava di voltarmi all'improvvisoe vederti nuovamentee mi sembra di sentire ancoraSei bellissimasei bellissimaaccecato d'amore mi stava a guardareSei bellissimasei bellissima.

domenica 28 gennaio 2007

il blog continua..


Dunque… il mio blog ha compiuto un mese già da un po’ ed è tempo di fare un mini bilancio. Innanzitutto, il blog è nato con la funzione di sfogare il mio dolore, la mia rabbia, la mia disperazione e la sua funzione l’ha svolta benissimo. Non mi aspettavo tutte le persone che mi hanno scritto sia sul blog che sulla mail per darmi la loro solidarietà, con il loro proporsi candido come altro lato della realtà di tutti i giorni.
A voi che mi avete sostenuto nient’altro che un sorriso dagli occhi alle fossette, e un grazie.
Il blog mi è stato e mi è utile come sfogo, ma nel tempo si sta trasformando in quello che volevo “la biblioteca dei pensieri” con quello che mi accade nella vita che mi suscita riflessione. Un blog in trasformazione?
Sì, come spero di essere in una lenta ma progressiva trasformazione io.
Dirvi che non penso a Marco dopo quasi 60 giorni senza sentirlo vederlo ecc è una bugia. Mi manca ancora, con fitte acute quando qualche ricordo bello ( i brutti escono subito dopo) si affaccia alla mente.
Ma vado avanti. Come una lumaca ma cammino.



P.S.
Ieri sera ero al Jammin’ ma Fabio Volo quanto è figo???

domenica 21 gennaio 2007

non sono d'accordo

Mi è arrivata una lunghissima lettera, di commento al mio blog e ai miei pensieri. In questo momento mi sento solo di scrivere che non sono d'accordo ma già solo il fatto di averla ricevuta mi fa stare bene, la mia risposta arriverà più lucidamente in un altro orario( sono l'1 e 32del mattino) ... Grazie..

Mah...Ho letto il tuo blog...ovviamente mi hai invitato a leggerlo perchè così sapessi con chi stavo parlando e cosa cercavi.Intanto ti capisco benissimo...ho avuto 4 anni dell' orrore a causa di una situazione sentimentale...che però ringrazio all' infinito per quello che ho avuto dopo!Eh.eh.eh...non a caso è nato SUPERPOSITIVO. Cioè io.E i pianti sotto la pioggia, l' essere tra amici e dopo 5 minuti non voler essere lì perchè " ma io non devo essere qui..devo risolvere qualcos' altro ", i pianti sul lavoro nascondendosi in bagno e aspettare che i rossori si fossero calmati, l' orologio a quarzi rossi che nella notte mi segnavano sempre le 3.00 a causa di qualche cambiamento chimico che mi faceva svegliare a quell' ora trasformando la notte in un inferno di pianti, le nottate da 12 ore in meditazione per rimettere tutto a posto, la fuga dal lavoro per andare in pieno inverno su degli scogli in una regione lontana dall' alba al pomeriggio per rimettere tutto a posto, mi hanno fatto conoscere cosa succede dentro la testa di una persona che dice di amare, ma che razionalmente vorrebbe quasi uccidere, e mi hanno fatto imparare anche PERCHE'.E ora sorrido...rido, soprattutto...perchè tutto è diventato semplice.E dovresti iniziare a farlo anche tu.Potrei sembrare freddo se ti spiegassi le motivazioni perchè senti quel dolore, o perchè hai quei blocchi a fare le azioni in direzione opposta...ma il fatto è che per tutti funziona allo stesso modo: reazioni chimiche.E allora?...Allora la cosa più semplice, veloce, effettiva, e funzionante che lascia sbalorditi, è quella di trasformarsi in scienziati chimici di se stessi.In questo momento nel tuo cervello ci sono connessioni, rimasugli di ricordi, che hai voluto portare avanti, in mille modi, persino con il tuo blog, che è come soffiare su dei tizzoni che starebbero lì per spegnersi, ma che tu tieni vivi, che invece dovresti lasciar scomparire.La cosa più semplice è ridare il vero valore alle cose. A ciò che credi. Cosa diresti ad una tua amica che fosse nella tua situazione?...Prova a pensarci.Diresti tutte le cose giuste da fare...quelle che non stai facendo tu, in questo momento, riferendomi al tuo blog...poi se in qualche modo ora hai risolto, allora è fantastico...tutta questa pappardella non serve a niente....e mi hai fatto sprecare anche del tempo a fare il saccente..ma ti rendi conto?...Un pugno rotante ti tirerei...nel caso invece ti trovi ancora con la testa ultra pesante, sarebbe il caso di iniziare la semplice terapia : cioè....RIDARE IL VERO VALORE A CIO' CHE TI CIRCONDA.Ti do una semplice spiegazione, prima di smettere con questa lettera e magari vedere se ti interessa il discorso:1) il cervello costruisce connessioni su tue direttive. Tutto quello che ti accade, dentro e fuori, sei tu che lo chiedi. SEMPRE.2) In una situazione sentimentale quando un partner ci lascia, entrano in gioco mille direttive filosofiche, che dovremmo essere accondiscendenti, che dovremmo essere comprensivi, che dovremmo...ecc ecc...che in realtà NON riusciamo.Il motivo è che non si può!...Perlomeno da subito. Perchè il cervello si comporta come un computer. Hai presente quando crei un collegamento sul desktop? Magari è un collegamento ad un file all' interno di qualche tua cartella. Ecco, prova a cancellare quel file, quando apri il collegamento lui non lo troverà, e si metterà alla disperata ricerca di quel file, che non c'è più nel computer...ma il collegamento ad esso sì.Bene...Il tuo Marco non c'è più, tecnicamente, ma il cervello non è in grado di cancellare i collegamenti in modo immediato, e quindi andrà nel solito punto a cercare il file MARCO e non ci sarà, non potrà usufruire dei suoi "benefici", e allora lancia messaggi di allarme (dolore) che ti fanno disperatamente andare alla ricerca di esso.Li lancerà in tutte le direzioni, in tutti i momenti.Una macchina simile alla sua, una panchina dove siete stati, una canzone, un luogo, una parola, una situazione simile a qualcuna vissuta da voi. In quei momenti il cervello ha messo come degli adesivi, per segnare il territorio, e ci andrà ogni volta per una questione di associazione.Ma, il problema è che le tue direttive filosofiche non vogliono associare! Perchè magari è stato bastardo, perchè ha fatto cose che non doveva ecc...Ma i tuoi voler guardare alle emozioni belle vissute va in contrasto con le tue direttive filosofiche...e allora entri TU STESSA in contrasto con te stessa.Quindi poniti la domanda, perchè la risposta creerà la medicina ( e spero che sia quella giusta ):a chi vuoi dare più tempo nella tua testa e con le tue azioni? A ciò che vuoi veramente o a ciò che non vuoi?Ciò che vuoi e non vuoi lo sai. Quindi il pensare, scrivere, il continuare ad utilizzare tempo per qualcuno o qualcosa che non è stato utile, è di per se inutile. Per il tuo cervello significa solo che sei interessata a ciò che non vuoi, piuttosto che a ciò che vuoi.Quindi, riempi la tua testa di pensieri che siano assolutamente in allineamento con la tua idea di successo, che sia sentimentale o altro, e tutto viene da solo come mezzo miracolo.Tieni conto che ci vogliono circa 21 giorni, + altri 10 giorni per superare il punto di non ritorno (questo è il motivo per cui la maggior parte delle persone, circa il 95%, non riescono ad ottenere risultati, perchè non sono abbastanza costanti).Dopo che un tempo di questo genere è passato, in una disciplina di ripolarizzazione di quello che hai in testa, cioè, da negativo a positivo, vedrai tutto chiaramente. Lucida. Ti sembrerà persino assurdo aver scritto un blog, per quanto di aiuto ti possa essere stato. Ora però basta scrivere! E' ora di giocare!...SMUCK SMUCK!CIAOOO!

martedì 9 gennaio 2007

ho ricevuto una mail

Ho ricevuto una mail da un'anima, mi ha fatto così piacere per la tenerezza espressa che previo consenso la voglio mettere qui.
Per dire grazie :-)

cara Federica, non so se riusciro' a parlarti stasera, in caso negativo ti lascio una traccia di me...ho letto tutto di te, so di essere un estraneo, ma la tua sofferenza mi ha straziato il cuore...e le tue lacrime ne hanno creato altre in me...non ho parole adeguate per rappresentare il mio disgusto per cio' che hai raccontato... ma tu sei una bella persona, e hai l'infinito davanti a te...anche se ancor oggi, vedi tutto grigio.Con tutta l'anima, ti auguro che questo anno nuovo ti possa portare una inarrestabile gioia di vivere e qualcosa per cui poter sempre sorridere......tu sei unica, non scordarlo mai...un bacio,

sabato 6 gennaio 2007

ho comprato un'auto!!!

Ho iniziato bene il 2007. Cioè non lo vorrei dire troppo forte per paura della inevitabile sfiga che mi tirerei. Comunque Fox ha detto che per i gemelli sarà un anno di cambiamenti.
Ho iniziato subito, cambiando la tipologia del mio lavoro e comprando la mia prima auto totalmente con le mie forze.
Mi sembra impossibile esserci riuscita e stanotte ho dormito malissimo per gli incubi che ho avuto. Come si può avere gli incubi? Sono davvero così tirchia???
Credo di aver focalizzato il problema che mi genera inquietudine: la condivisione della responsabilità.
E’ la prima volta che mi trovo a scegliere una cosa così costosa (la macchina) usando solo le mie forze e fidandomi solo di me. Detto in due parole, se sbaglio sono solo cazzi miei.
Non posso dividere la responsabilità con nessuno.
Quando comprai la mia prima auto, i soldi non erano miei e l’uso era condiviso. Quando comprai la casa con il mio ex fidanzato ero molto meno angosciata. Dividevo il mutuo e anche la responsabilità.
A oggi, in cui la precedente auto è stata un successo e la casa idem (rimasta a lui) affrontare da sola la scelta e la decisione mi ha gettato nel vortice della vita non delegata.
Effettivamente io sono una che per quanto riguarda le sue scelte delega. O chiede pareri. Ascolta, pensa, pondera per un paio di scarpe.
Eppure quando si tratta delle decisioni che devono prendere gli altri mi trasformo in Sai Baba. So tutto io, ho letto qualcosa di attinente, conosco qualcuno che può aiutarti. Com’è che quando io devo comprare l’auto anche sentiti tutti i pareri del mondo ho l’impressione che avrei potuto fare meglio, che magari mi hanno se non fregata comunque nessuno mi ha regalato nulla?
Stamattina alle 7 mi rigiravo nel letto pensando di rinunciare, andare dal simpatico venditore (senza cravattone) dirgli tienti i 250 € di anticipo e amici come prima cioè come due estranei.
La verità è che sono fottutamente insicura. Indecisa, volubile e solubile.
Allora mi appiglio alle parole che Massimo Gramellini disse alla presentazione al Lingotto del suo libro “Buongiorno” che mi hanno trafitto. “Non bisogna avere paura. La paura blocca e impedisce di vivere, non abbiate paura.”O qualcosa di simile, era il 2002.
Il problema è che mi sa che Paura è la parola del secolo. La mia almeno, così spavalda fuori e così impaurita e sola dentro.
Non ho telefonato a Marco per sentirmi dire un parere sicuramente valido, perché non posso entrare in una vita da cui non c’è ingresso.
La forza la devo trovare io solo con me, e forse aver comprato l’auto con tutta questa fatica mi fa andare avanti e non indietro. Lo spero proprio. Che il 2007 sia l’anno per me dell’andare avanti.