Se niente importa, non c'è più niente da salvare

mercoledì 21 dicembre 2011

Campane

Manca 1 h a una riunione, l'ultima prima di Natale. Dovrei consegnare un lavoro oggi e non l'ho ancora finito.
Ma non riesco a non scrivere qui quanto mi stia piacendo la vita di adesso. Quella di ora, di questo momento, dello scrivere a questo tavolo di legno, dell'albero di Natale dietro di me, delle campane che suonano.
Certo mi mancano i negozi, le vetrine, via Roma e i caffè del centro.
Ma solo un po'.

mercoledì 7 dicembre 2011

arriva Natale!!!

E' il periodo dell'anno che preferisco, nonostante sia legato a brutti ricordi.
Ma è Natale!!!!
Ed è il MIO primo Natale VERO con il mio compagno!!!
Quindi via libera ad albero, palline, ghirlande, corone, dolcezzi natalizi, canzoni che non ho mai imparato a cantare, panettoni, candele, regali, atmosfera... Pant pant.. meno male che faremo tutto l'8 dicembre! :-)))

martedì 29 novembre 2011

ehi ..sono tornata!

Ok, ho abbandonato il blog.
E' che quando sono felice lo lascio un po' da parte... Ma oggi, anche se felice, mi sono messa in modalità nostalgia. Mi sono rimboccata l'indice e via a scrivere!
Quanto tempo è passato?
Nemmeno tantissimo, però sono passati tanti eventi.
Hanno bussato la morte con il compagno dolore, hanno bussato i veri sentimenti, ha bussato la felicità. Ho aperto a tutti.
E oggi scrivo in una casa nuova, con una parete blu.
Fa pandan sapete, con il mio cuore.

lunedì 16 maggio 2011

Elezioni e ..lezioni

Con queste nuove elezioni comunali ho visto le solite cose e anche qualcosa di nuovo che mi ha folgorato.
Ho visto kg di carta sprecati, buttati per terra, accartocciati e tolti dai vetri delle auto.
Ho visto giovani che fintamente stringevano le mani di anziani prendendosi a cuore il loro corto destino.
Ma soprattutto, oltre all'ipocrisia, allo spreco e ai sorrisi finti ho visto un mio ex collega: basso, di pelle molto ambrata e con un cognome molto molto meridionale candidarsi con la Lega.
Diciamo che ad esempio l'effetto del manifesto potrebe essere paragonabile a "vota Esposito Ciro" firmato Lega Nord.
Adesso sì, ho visto tutto.

giovedì 28 aprile 2011

Principesse per una vita



Dovevo sposarlo io.
Ero bambina e mia zia mi portava le riviste e mi faceva vedere un bimbo biondo nelle foto e mi diceva "sposalo!!".
Era William, che domani convola a nozze con la borghese chic e ben vestita Kate.
In realtà lui sarebbe più giovane di me (di poco eh) sono io che non ci ho creduto abbastanza in questa possibilità.
Principessa lo sarei voluta diventare, questo sì.
In effetti lo vorrei essere anche ora, per una vita da favola, ma vera :-)

lunedì 18 aprile 2011

Stili di vita


Oggi ho sentito dire "Rimarrò senza lavoro, pazienza tanto il nostro tenore di vita è garantito lo stesso".
Ho iniziato a riflettere sul mio tenore di vita e ho chiesto alla solita Roberta se il suo tenore di vita si modificherà, con l'eventuale disoccupazione.
Mi ha risposto "no, sarà identico, ho qualche soldo da parte, e poi a me basta poco per vivere. E il tuo?"
E il mio?
A me basta poco per vivere?
In realtà ho uno strano rapporto coi soldi e per la prima volta da 12 anni a questa parte mi troverò di nuovo nella logica "quellochespendopoinonlomettointavola" e la cosa mi mette un brivido di paura. Ma io che stile di vita ho?
In effetti spendo una fraccata di soldi in trucchi, uscite, benzina, caselli e qualche vestito. Va beh il telefono e qualche altra spesa.
Dovrei fare un planning di razionalizzazione delle spese, e ho trucchi fino al 2030.
Inizio bene, orsù.

martedì 12 aprile 2011

venerdì 8 aprile 2011

Ciak si cambia


Pronti? Via!
Si cambia vita, lavoro, casa, tutto.
E si realizzano sogni, desideri e pensieri tenuti al chiuso, in una grotta profonda che ora ha bisogno di sole per asciugarsi.
Arriva giugno, arriva l'estate, arrivo io.
Ho piccole paure sottili, che mi passano sotto al naso e non calcolo più di tanto.
Ho grandi paure alle spalle che se mi volto mi guardano fisse chiedendosi se e quando le richiamerò all'appello. Magari un giorno si stufano eh, di aspettarmi.
E' ora di mettere ordine in questo gran casino di conti, fogli, vita passata, e fare spazio.
Arieggiamo e facciamo spazio.

martedì 5 aprile 2011

Di cose belle fabulose






Mi è stato fatto notare che il mio blog è troppo lamentoso e quando sono felice langue..
Vero!
Allora questo post è dedicato a te, mio detrattore: parlerò solo di cose immensamente profumate di bellezza.
Per prima cosa adoro il colore rosa, troppo sottovalutato e classificato come melenso e da femminuccia; e chissenefrega a me piace il rosa, da quello antico a quello che vira forte verso il fucsia.
Se potessi avrei una stanza di casa con le pareti di questo colore e forse anche con un po' di bianco.. devo pensarci..
Poi adoro il rituale del caffè della moka, non che impazzisca per il caffè in se stesso, mi piace però il percorso attraverso cui bisogna passare per averlo nella tazzina. E adoro le tazzine di ceramica, col bordo spesso. Di recente ho assistito a un saputello che spiegava che il caffè si beve solo in vetro, e che se non avevamo mai provato non sapevamo cosa ci stavamo perdendo.
Alzi la mano chi non ha mai bevuto il caffè in vetro in vita sua.
Ecco a me il caffè in vetro proprio non piace, è forse esteticamente chic, ma mettere le labbra sul bordo spesso della tazzina è un tale piacere..
E infine, adoro l'odore del Fabuloso viola.
E per una ecologista- allergica è abbastanza forte questa cosa.
Ma la prendo così come viene (a casa non lo uso ma in ufficio lo nebulizzo) e annuso.. che buono!!

lunedì 21 marzo 2011

21 marzo

Oggi è il primo giorno di primavera.
E la primavera è la mia stagione, in primavera sono nata e mi dà una buona idea del vivere poter mettere una giacca leggera e un trucco che mi faccia sembrare arrossata dal sole.
Non mi dilungherò sul fatto che sono felice.
Lo dico però, alla faccia della malasorte che mi si appolaia sulla spalla a mordermi l'orecchio.
E così esorcizzo e spazzolo via questa cornacchia gravosa e pesante, compagna di troppo tempo.
I corvi pesano e non si intonano nemmeno con il trucco lieve. A volte ti fanno sembrare più vecchia, e siccome quest'anno compirò i fatidici 30, non è il caso di aggravare la situazione.
Per cui mi avvio ad aprire l'uscio alla primavera e a sperare in una folata di cose buone e belle, che per dirla in modo romantico, mi scompigli i miei scarmigliati capelli.



mercoledì 9 marzo 2011

10 motivi

Eddai prendo spunto da Saviano.. li ho chiesti a me stessa e a una cara amica. Sono belli.
Dai che tra un po' li pubblico ...

martedì 8 marzo 2011

Bread and roses



Pane e rose


Come nel 1908, mi è sembrato un bellissimo augurio per tutte le donne.


venerdì 4 marzo 2011

Benvenuta!

E' arrivata finalmente mia nipote, benvenuta !

mercoledì 23 febbraio 2011

umore



Non sono ancora zia, che significa che questa bambina ha capito che sta meglio nel pancione rispetto che in questo mondo.
Oggi sono di un umore muschiato, come il bue. Sono triste alternata a insofferente, sono stanca, irritata e irritabile.
Mi chiedo il perchè. In realtà a parte il lavoro che mi ingloba e mi deprime sto molto meglio. Cos'è che mi turba dentro e mi rende così?
Mi è insopportabile sempre di più il comportamento umano superficiale, le raccomandazioni, i favori richiesti per l'amico di qualcuno, la estrema superficialità dei giudizi sugli altri e soprattutto l'ignoranza.
Mai come in questi giorni ho avuto a che fare con l'ignoranza, che purtroppo fa rima con arroganza.
Basta urlare in un telefono per diventare potenti? Basta accompagnarsi con sgallettate più giovani di vent'anni (e sono ottimista) per diventare fighi?
Quello che vedo nel premier lo vedo purtroppo anche in "piccolo" nel lavoro che svolgo e nella vita quotidiana.
Non gliel'ha detto nessuno che se sei uno sfigato e che se ti accompagni a una poveretta più giovane di te di decine di anni rimani uno sfigato? E anche un po' patetico.
Non gliel'ha mai detto nessuno che puoi sgommare  col bmw ma quando scendi dalla super moto sei sempre brutto uguale?
Che cosa dovrebbe essere .. fascino?
A me ste cose fanno solo incazzare.
Le trovo patetiche e povere, povere di sentimento, di cose belle, di vita vera.
Forse sono triste perchè il mondo che mi circonda è formato da troppo poche belle persone e le brutte si affacciano continuamente.
Forse sono triste perchè vedo.

venerdì 28 gennaio 2011

Addio

E' morto Marzio, ed è morto a gennaio, questo mese.
Marzio io lo conoscevo, nel tempo in cui uscivamo a cena a coppie e lui stava con Cristina, che parlava un sacco e portava le perle.
Poi si sono sposati e io sono andata al loro matrimonio, ero vestita con una gonna a fiori piccoli piccoli. Era viola.
Pensavo che sarebbero stati insieme per sempre, si erano conosciuti da ragazzi e poi mai più lasciati. Ero andata nella loro prima casa, avevo scelto io il regalo di nozze a nome di tutti.
Avevano 2 bambini.
Marzio aveva 36 anni, giocava a calcio, aveva il pizzetto e mi era simpatico.
E' morto per una malattia, mi è stato detto.
Lo guardavo commentare su facebook i link che qualcuno postava sulla Juve o sulla politica, sulle pagine di altri amici.

La sua pagina di Facebook c'è ancora.

giovedì 27 gennaio 2011

15000 visite!

grazie!

Ricordiamo

Riflettete mai sulla morte? Io quotidianamente.
Forse perchè la morte l'ho vista così tante volte che mi è consueto anche pensare alla mia.
Penso sempre di non avere molto tempo a mia disposizione, che un incidente d'auto, un ubriaco, un albero fulminato o un accidente qualunque mi porterà via.
Forse è un antidoto, un modo per averne meno paura.
La verità, se di verità si può parlare, allora diciamo meglio..l'idea, ecco l'idea mia di fondo è che voglio fare tante cose in questa vita e ho paura di non riuscirci. Di rimanere al palo, e poi andarmene.

Mi è venuto in mente pensando al Giorno della Memoria, alla morte che ha trovato casa nei campi di concentramento. Io ad Auschwitz ci sono stata in visita, e il gelo che mi è entrato nelle ossa non me lo dimentico e non lo dimenticherò mai.

lunedì 17 gennaio 2011

sabato 8 gennaio 2011

Vorrei... vorrei... esaudire tutti i sogni tuoi (C.Cremonini)

Vorrei scrivere che ho iniziato a comprare qualcosa per mia nipote, che non è ancora nata.
Vorrei scrivere che l'idea che uscirà un essere vivente da quella panciona mi rende incredibilmente stupita.
E invece scrivo che la vita cambia,e che da febbraio non sarà più la stessa.
Io che odio i cambiamenti adesso ne sono incuriosita, e quasi speranzosa. Di un domani più bello, con più sorrisi, con più voglia di vivere.
Buon anno.