Se niente importa, non c'è più niente da salvare

mercoledì 1 agosto 2007

le nostre mirabolanti avventure... PARTE 1


Rimproverata aspramente perchè non avevo ancora aggiornato il blog, mi scuso con i numerosi lettori per l'inerzia e mi appresto a narrarvi le mirabolanti avventure delle 3 meravigliose fanciulle ( da qui in poi squinzie) partite alla volta della Turchia che già dall'inizio furono graziate dalla buona stella avendo pagato per un pacchetto turistico ritrovandosi invece dirottate per overbooking in tutt'altro posto ( di categoria superiore senza sborsare un centesimo): l'Alara star cinque stelle( turche).


In una formula all inclusive le tre eroine si trovarono molto meglio che a casa loro (parlo soprattutto di due, quella salutista è esclusa) poichè la possibilità di bere coca cola a tutte le ore senza aprire il frigo e smangiucchiare biscottini e fesserie a ogni ora hanno costituito motivo di grande soddisfazione per le simpatiche bambine che visualizzavano le aree ristoro con grandi sorrisi.

Gli stessi grandi sorrisi che il popolo maschile turco riservava loro, d'altronde...

Dovete sapere cari lettori che l'anima dell'uomo turco è galante e non ci prova con sconsiderazione ma INVITA A CENA la dolce pulzella che riscalda il suo cuore...a volte propone anche il matrimonio..dimenticavo...

Che lezione per gli uomini italiani impegnati a guardare le modelle russe che soggiornavano nel nostro albergo per la presentazione, in esclusiva per noi, la collezione "mi vesto con un micro bikini di paillette d'oro anche se sono bionda e mi sta benissimo lo stesso"!
Le nostre squinzie hanno nell'ordine conquistato il cuore palpitante al kebab di :
-un cameriere del ristorante a cui va la menzione del "più galante" per la frase "quando vedo te sto sempre bene" detta ogni mattina a colazione
-un proprietario di una discoteca famosa a cui vanno le menzioni del "più ricco" e anche del più "intraprendente" per la frase "quando torni in albergo ti vengo a prendere in scooter"
-un gestore di negozio di souvenir locali a cui va la menzione del più romantico contrattatore per la frase "quanti cammelli ti devo dare per la tua amica?" a cui la simpatica risposta di -indovinate chi- "tienitela anche gratis"
-un massaggiatore che dopo aver toccato in ogni modo -professionaleee- una delle nostre, a cui va il titolo di "più maiale" poichè le ha chiesto cosa faceva quella sera cercando di infilarsi un suo dito in bocca..
Sulle conquiste italiane..attendete...ce n'è ancora...




3 commenti:

Stefania ha detto...

finalmente!!!!
che bello, che bello adesso posso anche votare!!!
quando metterai ai voti le nostre conquiste?
io voto per il truffatore, ops "venditore", che ti prendeva per mezzo cammello!

Federica ha detto...

ti ricordo che mi hai data via tu

Simpaticone ha detto...

CIAO :) anni fa ad un mio amico per la sua donna offrirono 20 cammelli... a oggi è molto pentito di non averli presi.....